PREMIO S. MICHELE ARCANGELO :
IN ROTTA VERSO I PIU' DEBOLI
Ottobre 2011

Si chiamano DoppiaVela Sailing Team e sono un gruppo di poliziotti con la passione per la vela che collabora con Matti per la Vela Onlus.
Qualche anno fa hanno trasformato questa passione in qualcosa di concreto: aiutare i ragazzi che vivono situazioni di disagio nella società e aiutarli a "cambiare rotta".

Guarda le foto
 
   
 

CONOSCI IL MARE... CONOSCI TE STESSO
9 e 10 Settembre 2011

Venerdì 9 e Sabato 10 settembre 2011 presso la darsena di Savona (Assonautica via Baglietto 1) partirà la campagna di sensibilizzazione "Conosci il mare... conosci te stesso" in ambito del progetto "Youth Reclaim Community Life 2011-2012". Durante le due giornate si organizzeranno delle escursioni in mare a bordo della barca a vela con equipaggio multiculturale composto da giovani di origine straniera, gazebo delle associazioni di volontariato e di Assonautica, e molto altro ancora. Matti per la vela parteciperà all'evento

Scarica programma in PDF

 
   
 
INVERTIAMO LA ROTTA HA MOLLATO GLI ORMEGGI
1 Aprile 2011

Invertiamo la rotta – Limite Acque Sicure ha mollato gli ormeggi. Grazie al generoso sostegno di un folto parterre di aziende e della Fondazione De Agostini, il progetto triennale interregionale di Matti per la Vela Onlus per il recupero di minori a rischio è potuto salpare dai moli di Genova e Livorno. A bordo delle imbarcazioni Grampus e Raj, i primi due gruppi di 5 ragazzi l'uno inviati dai partner locali, la Cooperativa Comin di Milano (www.coopcomin.org) e i servizi sociali del Comune di Livorno, che hanno iniziato a misurarsi con il mare, la conoscenza di sé e il lavoro di gruppo, in un'esperienza di evasione orientata da limiti e regole sicure.
Ad accompagnarli lo staff nautico-educativo che vede la collaborazione e l'interazione tra Matti per la Vela e gli enti invianti nella costruzione insieme ai ragazzi, giorno dopo giorno, uscita dopo uscita, delle rotte di mare e di terra. Invertiamo la rotta è infatti un innovativo progetto di supporto agli enti che hanno in carico minori in condizioni di disagio familiare e sociale, che utilizza la navigazione a vela per accompagnare, arricchire e verificare gli specifici percorsi educativi in corso. Ed è stato studiato in collaborazione con gli enti stessi che seguono i minori nella quotidianità, con un approccio che ne fa il frutto della volontà di fare network sul lungo termine, piuttosto che di offrire un semplice servizio di breve termine. La tabella di marcia prevede la chiusura entro l'estate della prima fase di conoscenza e ambientamento dei ragazzi che include la definizione degli obiettivi individuali e di gruppo, sui quali si inizierà a lavorare concretamente in concomitanza con la riapertura delle scuole.

Ideato a fine 2009, Invertiamo la rotta è potuto partire nella primavera di quest'anno grazie ai fondi raccolti nel corso del mercatino di Milano del 27 novembre 2010, dove Matti per la Vela in uno spazio messo a disposizione dallo studio legale LCA – Lega Colucci e Associati e da Asla (Associazione Studi Legali Associati) ha venduto al pubblico i numerosi prodotti donati da: Anna Fabiano, Bunch, Calzedonia, Cantine Ferrari, Cividini, Closed Italia, Ducati, Edizioni Il Frangente, Fedeli Cashmere, Feltrinelli, Fendi, Ferrè, Franco Pivoli, Geox, Giorgio Armani, Lanificio Ricceri, Les Claires, L'Oreal, Loro Piana, Luxottica, Pershing, Piaggio, Piquadro, Scholl Contemporary, Slam, Slam Jam, Sowind, Suede, Valentine e Wellness Milano.
Un contributo essenziale per garantire la continuità del progetto per i primi due gruppi di partecipanti è poi arrivato dalla fondazione De Agostini e da altri donatori privati, nonché dal gruppo De Cecco che sostiene i ragazzi sul fronte alimentare.

Grazie a tutti!
 
   
 
MATTI PER LA VELA, MERCATINO BENEFICENZA
Sabato 27 novembre 2010, a Milano, in via Moscova 18

Sabato 27 novembre 2010, a Milano, in via Moscova 18, Matti per la Vela Onlu organizza la vendita di una serie di prodotti frutto delle donazioni di un folto parterre di aziende nautiche, case di moda, editori e società sportive. Questi prodotti spazieranno dall’abbigliamento, alle calzature, all’ottica, passando per gli accessori moto, la pelletteria, i libri, il beach wear, i cosmetici, la biancheria da casa e da barca. Senza trascurare l’enogastronomia e, ovviamente, l’abbigliamento tecnico. Una buona occasione per fare o farsi un regalo di Natale contribuendo allo stesso tempo ad un’ottima causa: il progetto interregionale “LimiteAcqueSicure”, un’iniziativa che mira a costruire un percorso pluriennale di conoscenza, apprendimento e trasformazione personale attraverso una programmazione didattica e socio-educativa innovativa per giovani a rischio sociale o di abbandono scolastico nei territori dei Comuni di Genova, Livorno e Milano.
 
   
 
DALL'EDUCAZIONE ALLA MARINERIA ALLA VELA SOLIDALE
Febbraio 2010 - articolo redatto da Andrea Berlingieri

“Se uno fosse davvero capace, gli basterebbero poche parole… Magari inizierebbe da tante pagine ma poi, a poco a poco, troverebbe le parole giuste, quelle che dicono in una volta sola tutte le altre, e da mille pagine arriverebbe a cento, e poi a dieci, e poi le lascerebbe lì, ad aspettare, finché le parole di troppo scivolerebbero via dai fogli, e allora ci sarebbe solo da raccogliere quelle che restano, e stringerle in poche parole, dieci, cinque, così poche che a furia di guardarle da vicino, e di ascoltarle, alla fine te ne resta in mano una, una sola. E se la dici, dici il mare.” (Alessandro Baricco, Oceano Mare).
Inizio così, con questa citazione, perché intendo chiedervi scusa, di quello che dirò, che è certamente inadeguato al compito e perché quello che vorrei fare è portarvi in barca e con voi alzare le vele e prendere il largo e allora e solo allora mi sentirei di comunicarvi quello che ho vissuto in questo periodo da quando ho scoperto la gioia di poter trasmettere ad altri quello che ho imparato.
                                                                                                           Scarica qui l'articolo completo
 
   
 
PROGETTO VELA
Dal 7 al 15 Settembre 2009

Dal 7 al 15 Settembre 2009 prenderà il via “PROGETTO VELA”, un progetto di riabilitazione con i ragazzi del Dipartimento di Salute Mentale della ASL di Pavia.
Le attività si svolgeranno con una turnazione giornaliera che vedrà salire sulle barche di Matti per la Vela circa una trentina di giovani affetti da problemi psico-sociali.
Le imbarcazioni utilizzate per il progetto saranno Koala e Blu Wave

 
   
 

29/06/2009
Matti per la Vela , Sardegna 2009

Ore 13.30, mercoledì 24 giugno 2009, Porto di Savona. È il momento delle foto di rito, il momento della partenza. Le chiazze di rosso delle magliette dedicate dei sei componenti dell’equipaggio diventano pian piano una macchia compatta, allegra, colorata: diventa un Gruppo.
Ci vuole un Gruppo per affrontare un’avventura, ci vuole un Gruppo di ragazzi che si aiuti, si sorregga e si incoraggi a vicenda. L’avventura è portare la barca dell’associazione, un Koala 38 di poco più di 11 metri, da Savona a Caniggione, in Sardegna. Un’avventura che nasce da lontano, da quando Stefano che di professione fa l’agente di polizia di prossimità, il poliziotto di quartiere, incontra Fabio che coordina un centro di aggregazione giovanile a Savona.

Insieme decidono che sì, lo spirito dei Matti per la Vela di Genova associazione che lavora con i pazienti psichiatrici può essere esportato, perché le cose belle possono e devono essere materia di esportazione. Lo spirito dei Matti per la Vela viene coniugato in un nuovo progetto, in un nuovo obiettivo: educazione alla vita attraverso la scuola di vela, di mare.
Un obiettivo nuovo per Savona, città di mare ma che forse il mare non vive ancora pienamente. Un obiettivo che pone come risorsa le due professionalità, il poliziotto non più visto come divisa per la repressione ma bensì come figura adulta che si pone al supporto e l’educatore, colui in grado di mediare i conflitti e alimentare le motivazioni.
I protagonisti? Naturalmente i ragazzi. Ragazzi adolescenti di Savona, ragazzi che si portano addosso le problematiche, i dubbi, le voglie, le speranze degli adolescenti di oggi. Ragazzi e ragazze, italiani, albanesi, marocchini, ragazzi agitati, ragazzi introversi, ragazzi con qualche peccato da scontare, ragazzi che in bilico tra il peccato da fare e la scelta di una vita migliore, da vivere. Insomma, ragazzi di oggi, ragazzi di Savona. Con loro inizia un anno di lezioni teoriche, di prove, di uscite in mare, di interesse che nasce, si evolve, di passione che esplode.
Un anno che porta Stefano e Fabio a ritenere di aver imbroccato la strada giusta. Certo non è tutto rose e fiori, non si trova la barca, poi la barca si trova ma manca il posto dove ormeggiarla ma non ci si scoraggia, si trovano per la strada tante persone di buona volontà che danno una mano, che danno consigli, incontriamo il Prefetto, l’Assessore, il Dirigente dell’Ambito Sociale Il progetto denominato Doppiavela Solidale diventa il progetto savonese dei Matti per la Vela. Che bello! Siamo in una grande famiglia, e una grande famiglia fa sempre quadrato per risolvere i problemi che si incontrano.
Il logo dei Matti per la Vela fa capolino sulle magliette rosse che abbiamo addosso. E’ tardi, dobbiamo salpare. Ultimi saluti. Nel viso di tutti l’emozione di un’avventura che parte, nel cuore, in fondo, il timore di mettersi in gioco in qualcosa che non si conosce a fondo, del mare aperto, della notte buia, ma buia davvero.
Partiamo, tutti con il viso verso la costa che diventa sempre più lontana, fino a sparire. Il delfini che ci accompagnano per un tratto, poi li tramonto, il buio, il mare che rinforza, il vento che soffia.
Subito alla prova. Trenta nodi di vento e tre metri di onda che fanno sparire a volte la luce del faro della Giraglia: la Corsica. Quattro ore dure, ma i ragazzi rispondono, sono grandi, sono tosti. Si fa alba, entriamo a Bastia con a bordo la preda più ambita, un tonnetto, il pranzo è assicurato.
Bastia, scopriamo cosa è il mal di terra. Scopriamo che abbiamo voglia di ripartire, di rimetterci in gioco, tutti, siamo un Gruppo. Il resto vien da sè, le Bocche di Bonifacio, le miriadi di lampi di luce dei fari sulle isole, la Sardegna. Il mare si alza un po’ ma ormai non fa più paura. Ormai siamo velisti. I ragazzi discutono di traverso, di drizze, di scotte come se lo facessero da anni, ormai non mollano o tirano più, adesso lascano o cazzano.
Caniggione è l’arrivo, consegniamo la barca, siamo contenti, siamo raggianti, abbiamo concluso da vincenti una scommessa, una scommessa che abbiamo vinto in sei, due adulti e quattro ragazzi. Ma cosa dico, sbaglio, la scommessa l’ha vinta uno: il Gruppo. E Caniggione non è l’arrivo, è la partenza per una nuova avventura che permetterà ad altri adolescenti savonesi di crescere attraverso un’emozione, una lezione di vita, di buona vita.

Fabio Musso
Matti per la Vela, Savona

 
   
 
24 maggio 2009 - Matti per la vela, al timone malati nutriti artificialmente

Per la prima volta in Italia un gruppo di persone nutrite articifialmente è uscito in barca a vela nelle acque del Mar Ligure.
Sabato mattina, con partenza alle 11.30 dalla banchina dello Yacht Club di Genova, 4 pazienti (3 adulti e un bambino di 6 anni) accompagnati dai loro parenti e da due infermiere sono saliti a bordo di due barche a vela messe a disposizione dall’Associazione ‘Matti per la Vela Onlus’ per raggiungere il promontorio di Portofino e la Baia di Camogli dove c’è stato lo spazio per un veloce tuffo in mare.
Diciannove in tutto le persone che sono salite a bordo delle imbarcazioni, Grampus, un CNC61 di 19 metri e Lady Lauren, uno SCORPIO 71 di 23 metri. Un’iniziativa organizzata per la prima volta in Italia dall’ANNA (Associazione Nazionale Nutriti Artificialmente) che venerdì pomeriggio ha illustrato il programma presso l’Hotel Continental di Genova dove nel week end hanno pernottato i partecipanti.
Un’associazione nata un anno fa dall’iniziativa di alcuni pazienti in collaborazione il Reparto Nutrizione e Dietetica dell’Ospedale San Martino di Genova, e che ha come obiettivo principale il sostegno delle persone in nutrizione artificiale che, a causa dell’insufficienza dell’alimentazione diretta e la conseguente necessità di sostenersi per mezzo di pompe fisse o trasportabili, hanno difficoltà ad inserirsi in un contesto di vita sociale.
L’uscita in mare, preceduta la sera prima da una cena conviviale e nella giornata di domenica da una visita all’Acquario di Genova, sarà soltanto la prima di una serie di uscite in barca a vela e che si concluderanno con una crociera di alcuni giorni a bordo della Nave Italia, messa a disposizione della Fondazione “Tender to Nave Italia”. Tra gli altri appuntamenti in programma una tavola rotonda dal titolo “Nutrizione Artificiale in Liguria” che si terrà l’11 giugno a Palazzo Tursi a Genova.

 
   
 
23 Maggio 2009
Concluso il 20° Campionato Intercircoli Marina di Sestri Ponente. Matti per la vela Terzi classificati

Oggi si è svolta la premiazione del Campionato Intercircoli a cui ha partecipato anche Blu Wave la barca dell'associazione Matti Per la Vela ONLUS, con a bordo, olre allo skipper e a un volontario, 5 ragazzi del Gruppo Regata, uno dei progetti che l'associazione porta avanti in favore di soggetti con problemi di disagio mentale. La barca dei Matti per la Vela che ha partecipato a tutte le 7 regate in calendario ( di cui però tre annullate per insufficenza di vento) alla fine del campionato si è classificata terza nellla propria classe di appartenenza ( Classe 2 con Spi). Ottimo risultato quindi per questo gruppo di ragazzi che attraverso la vela ha trovato un nuovo modo di socializzazione e di aggregazione. Il prossimo obbiettivo del Gruppo regata dei MATTI PER LA VELA sarà la partecipazione alla regata delle Mille Vele che si terrà il 2 giugno.
 
   
 
Roma, 22 Maggio 2009 – Sala degli Arazzi, Rai
Protocollo d'Intesa tra il Dipartimento Giustizia Minorile - Direzione Generale per l’attuazione dei Provvedimenti Giudiziari e Unione Italiana Vela Solidale.

Venerdì, 22 Maggio alle ore 12.00, presso la sala degli Arazzi, sede Rai di Roma, con il patrocinio di Rai Segretariato Sociale, sarà presentato il Protocollo d'Intesa tra il Dipartimento di Giustizia Minorile - Direzione Generale per l’attuazione dei Provvedimenti Giudiziari e l’Unione Italiana Vela Solidale, organismo che riunisce le associazioni italiane (di cui l'Associazione Matti per la Vela fa parte) che operano nelle aree del disagio fisico e psichico e sociale attraverso la pratica della navigazione a vela.
 
   
 
Marzo 2009
20° Campionato Intercircoli Marina di Sestri Ponente

Dal 2 Marzo al 18 Maggio 2008 si terrà a Sestri Ponente in 20° Campionato Intercicoli per imbarcazioni a vela d'altura oltre i m. 5,50 LOA.
L'equipaggio dei Matti per la Vela capitanato da Francesco Cilento e Andrea Berlingieri parteciperà alle regate articolate in sette prove:

1° Prova - 02 Marzo
2° Prova - 16 Marzo
3° Prova - 30 Marzo
4° Prova - 13 Aprile
5° Prova - 27 Aprile
6° Prova - 10 Maggio
7° Prova - 11 Maggio

Eventuali recuperi, ad insindacabile giudizio del C.O: 6 Aprile/18 Maggio

 
   
 
Febbraio/Marzo 2009
Parte il progetto Doppiavela, in collaborazione con il gruppo Matti per la Vela di Savona, volontari appartenenti alla Polizia di Stato

Dopo le partecipazioni ad eventi velici, il gruppo Matti per la Vela di Savona appartenente alla Polizia di Stato, ha sentito l’esigenza di impegnarsi in un’attività sociale che permettesse di rendere effettivo lo spirito della Polizia di Stato nel suo intento di essere “Vicini alla gente” soprattutto a chi ne ha più bisogno facendo parte di categorie sociali più deboli e fragili, spirito espresso istituzionalmente dal poliziotto di quartiere figura del programma di Polizia di Prossimità.
Da febbraio a marzo i ragazzi svilupperanno le proprie nozioni legate alla vela, alla navigazione e a tutti gli aspetti correlati attraverso lezioni teoriche svolte presso la struttura del Millepiedi o presso la Lega Navale.
Da marzo inizieranno le uscite in mare che serviranno a mettere alla prova ciò che si è appreso e a cementare ognuno il proprio rapporto con il mare.
Il progetto prevede la collaborazione fattiva con il Centro di aggregazione giovanile "Millepiedi" di Savona, struttura comunale presente nel tessuto sociale cittadino dal 1995 e gestita dalla Cooperativa Sociale Progetto Città.
Hanno conosciuto e condividono gli obiettivi del progetto la Provincia di Savona, il Prefetto di Savona, l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Savona, il Dirigente Ambito Sociale Savona Centro, la Lega Navale Italiana (sez. di Savona).
Ha aderito al progetto il Servizio Sociale Minori del Dipartimento Giustizia Minorile, tale ufficio provvede all’inserimento nel progetto Doppiavela di ragazzi seguiti dal Servizio in quanto sottoposti a provvedimenti da parte dell’Autorità Giudiziaria Minorile; questa opportunità rappresenta una risorsa utile ed efficace a favore della progettualità socioeducativa complessiva della loro utenza che risiede o è domiciliata nel territorio savonese.


 
   
 
Dal 27 Febbraio al 2 Marzo 2009
Park Life Roma - I Matti per la Vela saranno presenti alla Fiera dei Parchi 2009


Park Life 2009 vuole diffondere una nuova cultura ambientale per avvicinare il pubblico ai temi dell’ecologia e del vivere naturale. Per presentare un nuovo modo di vivere i parchi, unendo il territorio marino a quello montano, gli arenili costieri alle dorsali appenniniche, gli sport acquatici e marini a quelli terrestri e d’alta quota.

Un appuntamento che, per la visibilità offerta dalla Capitale, perl’innovatività del polo fieristico di Roma e per i consensi di pubblico e presenze istituzionali delle precedenti edizioni, si conferma come punto di riferimento per il sistema delle aree protette e come finestra autorevole sui territori italiani di qualità, sugli enti e le imprese che hanno fatto del rispetto ambientale e dello sviluppo innovativo e di energie alternative il perno della loro attività. Park Life presenterà i luoghi più belli e suggestivi d’Italia e del Mediterraneo, attraverso esposizioni, mostre e allestimenti sperimentali, convegni, incontri e dibattiti, eventi, spazi didattici per le scuole. I Matti per la vela saranno presenti insieme a UVS, Unione Italiana Vela Solidale.

INFO:
www.parklife.it
IINGRESSO A PARK LIFE: Ingresso EST - Via Eiffel - 00148 Roma
INUMERI UTILI: Fiera di Roma srl - tel. +39 06/65074200
 
     
  10/12/2008
Matti per la Vela, augura a tutti un Buon Natale e un felice anno nuovo!


Anche quest'anno si è conclusa la stagione per i Matti per la Vela. Un nuovo anno ci aspetta! Auguriamo a tutti un buon Natale e un proficuo nuovo anno!

Salutiamo il 2008 col "Buon Vento" che sempre ci accompagna! Arrivederci al 2009!
 
   
 
18/06/2008
Matti per la Vela, 10° classificati alla Voile en Tete in Francia


L'equipaggio dei Matti per la Vela si è classificato 10° su 18 alla Voile en Tete francese. Una settimana molto intensa, sia per il grande affiatamento tra i due equipaggi di Genova e Parma sia per la bellezza e novità dei luoghi: abbiamo navigato tra Lorient, l'Ile de Groix, Belle Ile e La Turballe, tra correnti, maree, fanali, boe e segnali di ogni tipo.
 
   
 

08/05/2008
Il Poliziotto di Quartiere e la Solidarietà - Parte il progetto "Doppia Vela Solidale
"

Tra i volontari che da sempre credono in Matti per la Vela, c'è anche Stefano, poliziotto di quartiere per professione e velista per vocazione, che dedica parte del suo tempo libero al "sociale", a testimonianza di come il principio della Polizia di Prossimità vada ben oltre l'orario di servizio.

Aderente al gruppo “Doppiavela Sailing Team” della Polizia di Stato, volontario presso la nostra associazione Matti per la Vela, Stefano Rattazzi si è fatto promotore, insieme a Fabio Musso, coordinatore del Centro di Aggregazione Giovanile Millepiedi, del progetto "Doppia Vela Solidale". Il progetto “Doppiavela Solidale” ha l’obiettivo di trasmettere a un gruppo di minorenni tra i 14 e i 17 anni la passione per la vela. Un percorso di avvicinamento al mondo del mare e della vela che prevede incontri di approfondimento delle tecniche di navigazione, di rilevamento meteorologico, di manutenzione della barca e della suddivisione dei compiti a bordo. L’iniziativa coinvolge anche l’Assessorato ai servizi sociali del Comune di Savona, l’Ambito sociale di Savona centro, il centro di aggregazione giovanile Millepiedi, la Lega navale italiana, la Provincia.

Leggi Documenti Correlati :
Articolo de LA STAMPA del 07/05/2008
Comunicato Stampa: " Il Millepiedi e i Matti per la Vela"
Il Progetto Doppia Vela Solidale
Polizia di Stato

 
   
 
15 Maggio 2008
19° Campionato Intercircoli - Marina di Sestri Ponente. Dal 2 Marzo al 18 Maggio 2008 per imbarcazioni a VELA D'ALTURA oltre i m. 5,50 LOA - Articolato in sette prove - Le Classifiche:
 
   
   
  23/03/2008
Handy Cup 2008


Attorno a Handy Cup si ritrovano tutte le associazioni che hanno cominciato ad usare la vela come terapia per la disabilità o per il recupero del disagio sociale. L'equipaggio dei Matti per la vela anche quest'anno partecipa con Grampus alla Handy Cup 2008 . Percorso: Argentario - Elba dal 3 al 11 Maggio 2008.

Programma:

• sabato 3 maggio Porto Ercole
Molo De Angelis. Accoglienza barche e gruppi (dalle ore 11,00)
Tavola Rotonda (ore 16,00)
Cena equipaggi (ore 20,00)
• domenica 4 maggio Porto Ercole. Regata di apertura Handy Cup 2008 (ore 9,30)
• lunedì 5 maggio Porto Ercole. Partenza delle barche per L'Elba
• martedì 6 maggio Elba. Porto Azzurro. Attività sull’isola - Workshop musicale
• mercoledì 7 maggio Elba. Porto Azzurro. Navigazione verso Marciana Marina
• giovedì 8 maggio Elba. Marciana Marina. Navigazione verso Portoferraio
• venerdì 9 maggio Elba. Portoferraio. “I luoghi dell'Educare” - Convegno - Incontri (ore 9,30)
• sabato 10 maggio Elba. Portoferraio. Regata Handy Cup 2008 (ore 9,30)
Premiazione (ore 16,00)
• domenica 11 maggio Rientro delle barche nei porti di provenienza - Fine della manifestazione

 
   
  08/05/2008
Matti per la Vela alla Handy Cup 2008

Dal Sito della Questura di Savona
http://questure.poliziadistato.it/Savona

Per chi ha seguito da queste pagine le avventure del team di mattiperlavela, il progetto con finalità rieducative e riabilitative, dedicato a persone che presentano disagi sociali e psichici, facente parte dell'omonima ONLUS www.mattiperlavela.org già protagonisti lo scorso anno del "Giro d'Italia in barca a vela" e della regata internazionale "Barcolana di Trieste", sa quanto importante può essere per un progetto rieducativo lo spirito di gruppo che si crea in un equipaggio di un barca a vela.

Tra i volontari che da sempre credono in questo progetto, c'è anche Stefano, poliziotto di quartiere per professione e velista per vocazione, che come molti altri colleghi dedica parte del suo tempo libero al "sociale", a testimonianza di come il principio della Polizia di Prossimità vada ben oltre l'orario di servizio.
Ebbene Stefano, forte delle sue precedenti esperienze, è diventato insieme ad altri colleghi, promotore di un'iniziativa di solidarietà che sta già riscuotendo un grande successo. Attraverso il Doppiavela Sailing Team ha sentito l'esigenza di impegnarsi nell'attività di recupero di giovani con disagi psichici e sociali attraverso la barca a vela.
E' partito così un progetto pilota che, dai primi di marzo, vede coinvolti alcuni gruppi di ragazzi, che affiancano lezioni teoriche di tecnica di vela, meteorologia, diritto della navigazione a vere e proprie uscite in mare con eserciazioni pratiche di vela e manutenzione dell'imbarcazione.
Stefano, mettendo in contatto varie realtà pubbliche ed associazioni, è riuscito a dare a questo progetto importanti adesioni: la Provincia di Savona, il Dirigente Settore Servizi Sociali del Comune di Savona, il Dirigente Ambito Sociale Savona-Centro, il Coordinatore del centro di aggregazione giovanile Millepiedi, La Lega Navale Italiana, la Assonautica, l'associazione ONLUS Mattiperlavela realtà già molto affermata nell'ambito della "Vela per il sociale".

L'iniziativa di Savona è stata presa come modello e verrà realizzata molto presto anche in altre realtà in Italia.